Il budget vacanza, a casa mia, ha un peso importante nella decisione della destinazione. Il calcolo delle spese di viaggio è un mio compito, l’approvazione generalmente spetta a mio marito che al totale che ho trovato io aggiunge di solito una quota “cresta” (come la chiama lui) per coprire tutte quelle spese impreviste, come i Souvenir che generalmente non sono comprese nel mio calcolo.

Budget vacanza: tutte le voci di costo che includo

Nella pianificazione del budget di un viaggio ci sono costi che sono fissi per quello che riguarda il tipo di viaggio ma molto variabili a seconda del Paese in cui si viaggia o che si attraversano. Nel nostro caso, quando pianifichiamo un viaggio on the road con la Maggiolina, il costo del gasolio e il costo dell’autosrada sono costi fissi che abbiamo sempre, ma sono variabili a seconda del Paese attraversato.

Tutto parte dalla pianificazione di una mappa con un itinerario, che alla fine non sarai mai preciso e definitivo perché a me piace programmare e poi stravolgere, ma un’idea dei chilometri da percorrere me la fa vedere.

Il costo del gasolio

budget vacanza carburante

Ph. Phanat Via Shutterstock

Il costo del gasolio, nel viaggio on the road è una voce di spesa importante, sopratutto quando l’On The Road parte direttamente da casa. In alcuni viaggi è stata la voce di spesa maggiore di tutto il budget vacanza. Io il preventivo diesel lo faccio così:

  • calcolo il percorso e quindi i chilometri da percorrere
  • Cerco il costo del gasolio nel Paese o Paesi che devo attraversare
  • calcolo i litri di gasolio che mi servono sapendo il consumo medio per chilometro del mio mezzo
  • moltiplico per il costo gasolio

Quale costo gasolio uso in caso si più Paesi? Se i prezzi del diesel sono abbastanza simili faccio una media, se sono molto diversi calcolo i percorsi intermedi e moltiplico ogni tratta per il proprio prezzo di riferimento.

Se guardi il link che ho messo sopra ti accorgerai che:

  • L’italia ha un costo gasolio di poco inferiore alla Norvegia anche se welfare non è proprio lo stesso
  • Lo Zimbabwe non è un Paese molto economico per fare un On The Road.  😎

Il costo dell’autostrada

Il costo dell’autostrada è forse il costo più difficile, almeno per me, da calcolare. Ci sono così tante variabili che è quasi impossibile riuscire a fare un calcolo abbastanza preciso come succede con il gasolio. Per la tratta italiana è facile calcolare il costo del pedaggio per i tratti all’estero la questione si complica. Magari per qualche paese sul sito delle Autostrade esistono calcolatori come quello di Autostrade italiane, però in alcuni casi, come per il Portogallo, la situazione è talmente complessa che non la capisci nemmeno quando sei là.

La voce costo autostrada è una voce un po’ nebulosa che a volte viene colmata andando a leggere i diari di viaggio dei camperisti che spesso indicano le spese del pedaggio.

L’assicurazione di viaggio

L’assicurazione di viaggio non è sempre stata una voce di spesa. La prima volta che mi sono posta il problema di fare un’assicurazione di viaggio (quindi escludendo l’assicurazione RCA e la Carta Verde che è necessario avere per circolare con l’auto) è stato quando abbiamo deciso di andare in Turchia. In quel caso mi venne “l’ansia” perché avevamo un mezzo che non era nuovissimo e attraversavamo una zona della Turchia dove avevo letto esserci stati dei problemi. Mi venne anche l’ansia che nel caso ci capitasse un incidente e sia io che mio marito fossimo impossibilitati a guidare, “qualcuno” avrebbe dovuto pagare un biglietto aereo ai nonni per venire a prendersi la mia bambina. Carlotta era piccola ma era perfettamente istruita su quello che avrebbe dovuto fare nel caso si fosse avverato il mio più terribile pensiero.

Carlotta è cresciuta ma l’assicurazione sopratutto quella medica la facciamo sempre. In questo caso il costo dell’assicurazione viene calcolato nel Budget solo se faccio un’assicurazione ad hoc per quello specifico viaggio, altrimenti generalmente siamo coperti, tutta la famiglia da una polizza annuale multiviaggio che copre tutti i viaggi che facciamo nel corso di validità della polizza. Copertura che nel nostro caso riguarda in particolar modo le spese mediche.

Avere la polizza annuale multiviaggio mi consente anche di “auto-ingannarmi” e di ingannare mio marito: non la considero come spesa di viaggio.

A parte gli scherzi la polizza che noi abbiamo scelto è una multiviaggio annuale, è una “polizza viaggi con tutta la famiglia” che ci copre tutti e tre, ma non non copre Carlotta minorenne che viaggi da sola senza nemmeno uno dei due genitori. La cosa non ci ha mai dato molto fastidio: nelle vacanze studio o nelle settimane bianche, viaggiava tramite pacchetti che erano compresi anche dell’assicurazione. Anche perché nel caso della nostra Polizza gli sport invernali sono esclusi e avrei dovuto in ogni caso fare una polizza a parte.

La polizza che abbiamo scelto è una Columbus che acquistata nella versione annuale è molto conveniente, abbiamo scelto la versione senza franchigia per non avere pensieri di nessun genere con due viaggi all’anno è già ampiamente ammortizzata.

Per il viaggio in Islanda abbiamo consultato anche la loro guida di viaggio sopratutto per quello che riguarda le prese di corrente e le feste nazionali.

La nostra stessa assicurazione la puoi avere con uno sconto del 10% usando il preventivatore qui sotto:

Il costo per pernottamento

Il costo del pernottamento lo calcolo così: quando viaggiamo con la maggiolina abbiamo bisogno per lo più di campeggi. Controllo se ci sono campeggi vicino alle zone dove potrei fermarmi o perché sono luoghi che potrei incontrare dopo un certo numero di chilometri, oppure perché sono vicini a punti di interesse che voglio visitare. Generalmente faccio la ricerca dei campeggi su Google Maps e spero che la mappa sia aggiornata da darmi campeggi con siti web che apro per andare a controllare periodi di chiusura del campeggio e tariffe. Oppure verifico direttamente i siti dell’ente del turismo del Paese che mi interessa che alla voce”accomodation” di solito riporta anche la voce campeggio.

Non controllo per filo e per segno ciascun campeggio che mi si presenta, do un’occhiata ai prezzi, ne prendo alcuni a caso e faccio una media. D’altra parte ci sono campeggi molto costosi, campeggi molto economici e visto che siamo molto liberi, ci può anche capitare di dormire in aree di sosta o parcheggi in cui i costi si abbattono ulteriormente.

costi pernottamento

Ph. misha reme via Shutterstock

Il costo del vitto

Dove per vitto intendo il cibarsi che sia al ristorante oppure facendo la spesa e cucinando in proprio. Anche questa è una variabile molto difficile da definire perché non sempre si possono trovare informazioni precise sul costo dei prodotti base nei vari paesi. Generalmente “googlo” digitando “costo della vita”+ il nome del Paese dove vado e mi faccio un’idea su alcuni prezzi che comparo con quelli che conosco qui in Italia, se le differenze sono ininfluenti considero circa 60/70 euro al giorno medi per i pasti standard per tutti e tre. I ristoranti sono spese extra a meno che non ti trovi in alcuni paesi come la Grecia, dove mangiare fuori ti costa quasi meno che fare la spesa. Un Paese come la Svizzera, invece, ti distrugge tutte le tue certezze, ovvero tutte le tue regole per calcolare il costo vacanza: a Zermatt abbiamo pagato il petto pollo più di 20 euro al kg.

Budget Vacanza: le spese non fisse

Ci sono poi delle voci di spesa che non sempre sono da considerare perché non sempre sono necessarie. Ad esempio il visto è una delle spese che non sempre sono da considerare. In questo caso è molto facile calcolare la quota perché il visto viene rilasciato dietro pagamento di una quota che può essere molto variabile a seconda del Paese che si vuole visitare.

Ad esempio l’Esta che non è un vero e proprio visto ma senza quello non si entra negli Stati Uniti costa poco più di 14,00€ (e prestate attenzione alle truffe online), mentre per l’Iran il visto mi è costato 75,00€.

E a proposito di visto: lo sapevi che da settembre 2018 il Consiglio Europeo ha istituito l’ESTIAS? L’ESTIAS è una sorta di visto simile a quello degli USA che dovranno richiedere tutti i cittadini extra UE.

E tu, hai suggerimenti per calcolare il budget di viaggio?

Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori
Acconsenti al trattamento dei dati personali *
Puoi ricevere Newsletter, Post o entrambi. Scegli tu! 😉