Il Dente del Gigante

Ti trovi qui: Viaggiare » Italia » Valle D'Aosta » Il Dente del Gigante

Il Dente del Gigante

By | 2016-04-18T00:26:11+00:00 gennaio 22nd, 2013|Categories: Valle D'Aosta|5 Comments
Conoscete il Dente del Gigante?
Per me è stata una figura quasi “mitologica”, nella mia fantasia di bambina, era quasi un personaggio di una favola che non si sa se fosse buono o cattivo. Un personaggio misterioso che ogni sera, dopo la doccia, dopo la cena, durante la passeggiatina lungo l’unica strada che percorre la Val Veny, per raggiungere l’unica forma di umana presenzache si poteva trovare (il secondo campeggio, 500 mt più avanti del nostro) sotto il monte dei monti, sotto il re delle montagne, ci teneva compagnia in quella mezz’ora di salutare cammino digestivo e pre-nanna.
Credo di aver avuto al massimo 7 o 8 anni, e le cose che più mi ricordo di quella estate fra quelle montagne sono le mie scarpette blu e rosse con gli occhi di bue e la para sotto, della Kickers, che mi piacevano un sacco e con cui me la “tiravo” un mucchio, e questo Dente del Gigante che tutte le sere incombeva come una presenza, molto presente!
Comunque questo Dente del Gigante è uno “sprocchio” di roccia che si trova sul Monte Bianco, e veniva nominato ogni sera da mio babbo e da mia mamma perché quando non si riusciva più a vederlo era ora di andare a letto. Io comunque immaginavo davvero che sul Monte Bianco ci fosse un Gigante,  me lo figuravo come un enorme orco peloso e grandissimo che per qualche strana e misteriosa ragione si era tolto il dente per posarlo in cima al suo monte.
Sono tornata dopo 25 anni dal Gigante e questa volta ci siamo conosciuti da vicino.
La salita al Monte Bianco, in funivia, è soggetta alla variabile meteorologica, bisogna essere fortunati, anche perché il biglietto non costa poco. E poi occorre fare la fila diligentemente aspettando il proprio turno per prendere posto in cabina.
In cima io soffro sempre della stessa identica sensazione che mi danno le montagne, senso di onnipotenza e di libertà. Qui c’è da metterci anche il fattore di essere sopra alla cima più alta d’Europa, di essere sopra un ghiacciaio meraviglioso, di essere di fronte a quella presenza ingombrante del Dente del Gigante, in tutta la sua magnificenza.
Il Dente del Gigante
Vista dagli oltre 4000 mt del Monte Bianco verso la Val Veny
E magari vi chiedete che razza di temperatura ci possa essere lassù…. visto che io ho i pantaloni corti e la Topo invece sembra un palombaro… -4°, ma l’adrenalina scalda!

About the Author:

Travel blogger appassionata di food, meglio ancora street food. Viaggiatrice on the road a più non posso con il letto sopra il tetto.
Web writer, web content, Social Media Specialist, SEO learner
Ah… ogni tanto concedo udienza alla quindicenne che vive con me e al suo papà.

5 Commenti

  1. @ideedituttounpo 17 gennaio 2014 al 7:35 - Rispondi

    http://t.co/EG004V5GGj Che io poi, la neve me la vado a cercare anche d’estate.. tanto mi piace!

  2. @ideedituttounpo 17 gennaio 2014 al 8:01 - Rispondi

    http://t.co/tAWiJqL0pI Che io poi, la neve me la vado a cercare anche d’estate.. tanto mi piace! http://t.co/ZvdT7OtWIE

  3. @silviaceriegi 17 gennaio 2014 al 8:03 - Rispondi

    RT @ideedituttounpo: http://t.co/tAWiJqL0pI Che io poi, la neve me la vado a cercare anche d’estate.. tanto mi piace! http://t.co/ZvdT7OtWIE

  4. @ileniamontagni 17 gennaio 2014 al 8:08 - Rispondi

    RT @ideedituttounpo: http://t.co/EG004V5GGj Che io poi, la neve me la vado a cercare anche d’estate.. tanto mi piace!

  5. @blogvincitu 17 gennaio 2014 al 8:17 - Rispondi

    RT @ideedituttounpo: http://t.co/tAWiJqL0pI Che io poi, la neve me la vado a cercare anche d’estate.. tanto mi piace! http://t.co/ZvdT7OtWIE

Scrivi un commento

Lavori Recenti