Costa Crociere: la mia prima volta su Costa Magica

Ti trovi qui: Viaggiare » Costa Crociere: la mia prima volta su Costa Magica

Costa Crociere: la mia prima volta su Costa Magica

By | 2016-05-02T22:30:46+00:00 maggio 3rd, 2016|Categories: Viaggiare|0 Commenti

Costa Crociere, nave Costa Magica: la prima crociera della mia vita nell’agosto del  2013. La nave partiva da Venezia, io e le mie altre tre compagne di vacanza ci siamo divise in due gruppi per raggiungere la città. Due di noi, avendo qualcuno che le accompagnava, hanno utilizzato l’auto mentre io e un’altra amica abbiamo preso il treno.

Arrivate a Venezia ci siamo informate sul come raggiungere il posto di imbarco. Esiste un mezzo di trasporto pubblico, una funicolare terreste per niente costosa, ben servita e molto veloce,  non lontano dalla stazione ferroviaria che si chiama People Mover e che trasporta direttamente sul luogo di partenza navi.

Per chi invece non vuole faticare (è necessario oltrepassare il ponte di Calatrava per raggiungere il People Mover e quindi con le valigie è stato un po’ impegnativo!) o perdere tempo vi sono numerosi taxi  a disposizione.  Giunte sul posto ci siamo unite alle altre due amiche e abbiamo cercato il punto di imbarco valigie di Costa Magica. I bagagli, una volta prelevati dagli addetti, li abbiamo ritrovati direttamente in cabina. Le prime vere emozioni  le ho provate vedendo  lei, la nave, 13 ponti di bellezza. Te la trovi davanti enorme ed imponente e per chi come me non ne aveva mai vista una se non in foto, è una sensazione difficile da dimenticare, prima di entrare fa quasi paura, ricordo il mio cuore battere fortissimo. Poi sono entrata dentro e lo stupore è stato immenso:  eleganza, raffinatezza, ho alzato gli occhi per guardare l’ascensore panoramico che saliva di così tanti metri e mi sono  stupita come una bambina dentro ad un negozio di giocattoli.  Lì ho capito, in quel mondo affascinante e particolare, che la vacanza era iniziata, per me e per le altre quasi 4000 persone.

Il Ponte di Costa magica Costa crociere

La Costa Magica è immensa è prima di salire fa un po’ paura

I dipendenti di Costa Crociere accolgono i crocieristi con estrema gentilezza e professionalità indirizzando ognuno  verso le cabine.  La nostra era molto piccola, per questioni economiche ci siamo accontentate, ma per noi andava più che bene visto che in cabina abbiamo trascorso veramente poco tempo, giusto  per dormire quelle poche ore!

cabina interna Costa magica di Costa Crociere

La piccola cabina interna di Costa magica: per dormire poche ore era perfetta

Il vano  era  formato da un letto matrimoniale posto al centro e altri due lettini a scomparsa, posti sulla destra e sulla sinistra delle pareti. Poi, ovviamente vi era il bagnetto, con doccia e sanitari.

Ogni abitacolo ha uno Steward  assegnato,  che non solo riordina, ma al quale ci si può rivolgere in caso di necessità. Curiosa di vedere altre cabine ho sbirciato dentro, alcune erano strepitose, vere e proprie stanze da letto lussuose con tanto di oblò che permettevano di guardare il mare. Dopo aver posizionato i vestiti dentro agli armadi siamo state chiamate per la prova di salvataggio. Abbiamo indossato i giubbotti che già si trovavano in cabina e raggiunto il ponte dove si è svolta la spiegazione da parte dell’equipaggio di come ci si deve comportare in caso di pericolo. Poi, finalmente, la partenza. Dal ponte più alto lo spettacolo è stato magnifico. La nave è uscita molto lentamente da Venezia (non credo ciò avvenga più oggi) e, devo dire la verità, la cosa mi ha fatto un po’ impressione perché le case, abitate ovviamente, si trovano a pochissimi metri. Ricordo di aver visto in maniera molto chiara una famiglia seduta a tavola che stava pranzando, hanno alzato lo sguardo salutandoci.  Elemento importante appena saliti è quello di  espletare  tutte le noiose pratiche burocratiche, essenziali però per essere liberi di fare ciò che si vuole durante la vacanza.

  • Attivazione carte di credito, (questo  evita file interminabili a fine vacanza se necessario recarsi  al punto di  ascolto per pagare ciò che non era compreso nel  pacchetto),
  • scelta dell’orario cena, se non ricordo male il primo alle 19,30 il secondo alle 21,30 (un consiglio, perlomeno a chi non ha bambini,  meglio il secondo turno perché così facendo si ha molto più tempo per trascorrere il pomeriggio come meglio si crede godendosi  eventualmente il sole sulla nave fino a tarda ora),
  • prenotazione escursioni non previste dal pacchetto, ecc. ecc.

Costa Crociere il ponste di Costa magica

La cosa più divertente all’inizio è quella di capire come funziona la nave cercando disperatamente di orizzontarsi.  Per me, che non ho senso dell’orientamento, mi pareva missione quasi impossibile, poi, pian piano e anche grazie a cartine presenti ovunque e personale che ti aiuta in caso di bisogno, diventa fattibile.  La prima sera, nella ricerca del ristorante a noi assegnato, abbiamo vagato per ben 20 minuti! I ristoranti  su Costa Magica, sono due, entrambi enormi e bellissimi.   Ad ogni gruppo viene assegnato un tavolo con due camerieri disponibili e rimane lo stesso per tutta la vacanza.

La cena diventa un momento di piacevole socializzazione anche con sconosciuti, perché vengono uniti  allo stesso tavolo diversi gruppi di persone.

Nel dopo cena, dopo aver fatto un giro per i negozi della nave,  i divertimenti sono molteplici: discoteca, casinò, piano bar, imperdibili rappresentazioni teatrali di alto livello e per i più romantici, un giro sul ponte della nave al chiaro di luna. Molto belle le feste organizzate dallo staff, durante il giorno anche piacevoli  giochi per divertire i bambini. La notte  ti ritrovi a ballare con tantissime persone sul ponte a bordo piscina, adocchiando ogni tanto il mare e la luna!  E poi le eleganti  serate di gala, con il benvenuto del capitano, dove ti senti un po’ principessa.

Costa Crociere discoteca a bordo piscina

La discoteca a Bordo piscina di Costa Magica

Costa Crociere lo spettacolo serale su Costa magica

Su Costa Magica, feste a tema e spettacoli di altissimo livello

La nave varcava  il mare il primo o tardo pomeriggio e la notte, a volte con tanto di delfini che la seguivano, così ogni mattina ci siamo ritrovati in una parte diversa del mondo.  Il  nostro itinerario è stato Venezia, Bari, Olimpia, Atene, Corfù, Santorini, [ilink url=”http://bit.ly/1pX5TPg” style=”tick”]Dubrovnik[/ilink].

Si ha  la possibilità di gestire la giornata come meglio si ritiene, scendendo a terra oppure rimanendo a bordo.  La gita nelle varie città può essere svolta, a pagamento, con organizzazione di Costa Crociere, oppure  si può decidere di essere indipendenti. Importante è, in quest’ultimo caso, essere presenti all’ora precisa prevista per la ripartenza.

Chi desidera rimanere sulla nave per riposare, fare sport, prendere il sole, tuffarsi in piscina, leggere, può farlo tranquillamente.  Vi è anche la cappella per chi vuole pregare.

Su ogni ponte vi sono numerosi  lettini disponibili, con zone più affollate, come quelle vicine alle piscine o alla vasca idromassaggio ed altre molto più tranquille per chi desidera rilassarsi in completa pace.

Costa Crociere lettini sul ponte

Sui ponti sono disponibili i lettini per prendere il sole

Per quanto mi riguarda ho potuto fare solamente due escursioni  perché ho avuto un piccolo incidente e non mi è stato più possibile scendere dalla nave (sono caduta su una caviglia e quindi era meglio tenerla a riposo!).  Io non ne ho avuto bisogno perché il problema non era grave ed ero provvista di medicinali, ma sulla nave c’è una farmacia e anche un ambulatorio medico. Ho visitato Olimpia ed Atene con le escursioni di Costa Crociere. Gli autobus, con cicerone per ogni gruppo  a disposizione, ci hanno prelevato dai porti e portato in giro per le città, riportandoci al porto all’ora prevista per la partenza. Il tempo della gita  era suddiviso fra momenti di visita a rovine e musei e qualche ora libera per acquisti vari. E’ stato molto bello ed interessante. Consiglio  le uscite guidate, perché più sicure e anche decisamente più istruttive visto che ci sono persone molto preparate a spiegare ciò che si visita. Purtroppo come ho detto, non mi è stato possibile farne altre,  ma le mie amiche, che sono scese ad ogni scalo, mi hanno riferito che ne è valsa veramente la pena!

Comunque tutto è possibile in crociera, compreso, elemento che rende la vacanza ancora più piacevole, assaporare delizie di ogni tipo a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Il cibo regna sovrano.

Si parte da una abbondantissima colazione,  seguita dal pranzo e merende varie, per terminare poi, con la cena negli splendidi ristoranti. Per la colazione, il pranzo e le merende  alcune parti della nave vengono allestite con ogni tipo di prelibatezza, per ogni necessità e gusto. Elemento che ho trovato veramente gradevole è stato quello di aver avuto la possibilità di assaporare anche pietanze tipiche di altre nazioni.  Scorrendo la nave passavi dalla Francia, alla Germania, all’Inghilterra, alla Cina… e ovviamente, sempre presente e direi predominante, il cibo italiano!

Insomma, spero di aver trasmesso il mio entusiasmo e la mia felicità per questa splendida esperienza che vorrei tanto  rivivere a breve.

L’ultimo giorno è stato il più triste, peraltro una densa e lugubre nebbia copriva la visuale in mare quasi a volerci dire “E’ finita, alla prossima!”.

Ho pianto al rientro e mi è venuta in mente quella vecchia pubblicità dove le persone che terminavano la crociera piangevano disperatamente…è proprio così!

Ci metti un po’ a fartene una ragione e anche a perdere, a terra, quel senso di ondeggiamento quando cammini, regalo di una settimana di nave!

Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori
Acconsenti al trattamento dei dati personali *




About the Author:

Ciao, sono Michela, amo stare in compagnia con le mie amiche e quando possibile, divertirmi e ridere a più non posso! Adoro tutti i cani ma in particolare i due splendidi border Collie di mio fratello. Non ho hobbies particolari ma adoro le persone che ne hanno...un sogno? imparare a cucinare.

Scrivi un commento