Slow Fly, con la mongolfiera sopra la Cappadocia

Ti trovi qui: Viaggiare » Asia » Turchia » Slow Fly, con la mongolfiera sopra la Cappadocia

Slow Fly, con la mongolfiera sopra la Cappadocia

By | 2017-01-29T14:02:05+00:00 ottobre 6th, 2012|Categories: Turchia|13 Comments
 Abbiamo volato.
Abbiamo volato incontro al sole, nel silenzio
Abbiamo volato con l’aria fresca del mattino e i ruggiti del bruciatore che sputa fuoco a intermittenza
Abbiamo volato lentamente seguendo il profilo del terreno, andando a cercare le nuvole, sospesi fra cielo e terra.
Abbiamo volato in mongolfiera e lo abbiamo fatto in uno dei posti più “fatati” del pianeta

Volare in mongolfiera in Cappadocia

 Ti vengono a recuperare con il pullman nel cuore della notte. Bisogna salpare presto, con l’aria fresca, durante la giornata la temperatura troppo calda potrebbe compromettere la governabilità della mongolfiera.
Arriviamo su un altipiano, è buio, c’è fermento, sembra di stare in un formicaio, uomini che si spostano veloci dal una parte all’altra, cestelli, tele, fili. Cominciano a disegnare la ragnatela delle funi costruendo l’immagine della mongolfiera a terra che solo loro riescono a vedere. Esperienza.
Sull’altipiano buio, i fari dei furgoni accesi, le luci dell’alba che cominciano a a colorare il cielo.mongolfiera_ora _oro
mongolfiera_fuocoSi sente il fruscio della tela che viene spiegata sull’erba, si sente il ruggito dei bruciatori che vengono accesi ad intermittenza per permettere ai cavi di distendersi. Il brusio curioso dei passeggeri, il nulla tutto intorno.
Le mongolfiere sono 3.
Su questo altipiano sono 3 e vengono preparate quasi in contemporanea. Lentamente i palloni si gonfiano,alzano la testa, timidamente prendono la forma. Lentamente ci sovrastano e finalmente riesco ad svegliarsi del tutto dritti e gonfi sopra le nostre teste.
I cesti cominciano a scalpitare,  si sollevano leggermente dal terreno, sono ancorati a terra, rimangono sospesi trattenuti dalla funi di ancoraggio. I cesti sono enormi, ci entriamo in 20 con il capitano, scavalcando i bordi del cesto, tutti in piedi, tutti in attesa di prendere il volo. mongolfiera che si gonfia
Gli ormeggi vengono mollati e il cesto viene spinto oltre il bordo dell’altipiano, nel vuoto.
La mongolfiera segue il profilo del terreno a pochi cm di altezza poi il ruggito, la vampata di calore, e la terra di allontana, piano, lentamente.
La mongolfiera sale.
Andiamo incontro al sole, attraversiamo tutte le valli della Cappadocia, sospesi tra il cielo e la terra, seguendo i profili delle valli, salendo a cercare le nuvole.
Tutto è silenzio, il brusio sottovoce e i click delle macchie fotografiche spezzano la quiete.
Il profilo della mongolfiera si disegna sulla collina.
Siamo là. Siamo proprio là. Sopra. Sotto. Galleggianti.
Di valle in valle, alzandoci e abbassandoci sempre nel silenzio, il sole che si stropiccia gli occhi, l’aria che si scalda, le zip dei giubbotti che vengono aperte, i click delle macchine fotografiche ticchettano a raffica: ogni secondo, ogni centimetro, in altezza, in lunghezza, ogni cm di aria cavalcato e guadagnato seguendo le correnti, dominati dai bruciatori che ruggiscono al comando del capitano rivelano la sorpresa del mondo fatato che sfila ai nostri piedi.mongolfiera valle
Lentamente si raggiunge la piana di Goreme, lentamente si apre la valle, improvvisamente il cielo è puntinato di mille colori, bolle sospese e ferme, alte e basse, Colori a contrasto nel cielo azzurro, contro le rocce, rosa, bianche, marroni, erba bruciata dal sole.mongolfiera bassa
La piana di Goreme, assembramento di mongolfiere, traffico ordinato, lento e colorato, silenzioso, in lontananza i boati intermittenti dei bruciatori.
Stazioniamo per parecchio tempo sulla piana di Goreme, osserviamo e scrutiamo ogni singolo pallone, osserviamo e scrutiamo, ogni roccia, ogni cavità, ogni filo d’erba, ogni costruzione, ogni ondulazione del terreno, ogni nuvola, ogni refolo di vento.
Ci prepariamo all’atterraggio, su un altro altipiano, vediamo la jeep che rincorre la traiettoria della nostra mongolfiera con il carrello al seguito.
Il capitano vuole darci dimostrazione di estrema capacità e atterrà direttamente sul carrello, perfettamente centrato: atterraggio da manuale.
Si scende da questo magnifico viaggio scavalcando nuovamente i bordi del cesto,, sorrisi da ebeti, sguardi sbarrati, attoniti, sorpresi, soddisfatti, e mentre ci si riprende da tanta meraviglia, il capitano e l’equipaggio ci offrono pure la colazione con biscotti al sesamo e prosecco.
Si festeggia. Si festeggia il battesimo del volo, con prosecco, biscotti e diploma.mongolfiera carlotta certificato
Incredibile

TIPS:

  • In Cappadocia ci sono migliaia di agenzie che si occupano di voli con la mongolfiera, anche il campeggio dove eravamo alloggiati noi, praticava il volo in mongolfiera.
  • Non abbiamo usufruito del servizio del campeggio, perché per la paura di non trovare posto avevamo riservato il volo da casa prenotando online, pagando però on-site, non in anticipo.
  • Il volo costa, abbastanza, noi alcuni anni fa abbiamo pagato 150,00 euro a testa per adulto e la metà per Carlotta che aveva 10 anni.
  • La differenza tra un’agenzia e l’altra e di conseguenza il prezzo, può dipendere, dalla dimensione del cesto (più persone contiene, meno costa) e anche dal luogo di partenza: noi abbiam o scelto di volare partendo dalla valle più lontana della piana di Goreme e di fare quindi un volo ultra-panoramico sopra TUTTE le valli della Cappadocia.
  • Le mongolfiere sono assolutamente sicure, non abbiamo avuto un attimo di esitazione, un dubbio, la sensazione è talmente speciale che non sembra di volare, ma di essere sospesi e fluttuanti
  • Dal volo, tra una cosa e l’altra dopo l’atterraggio e dopo la colazione, siamo rientrati al campeggio verso le 09.30/10.00.
  • Noi abbiamo volato con [ilink url=”http://sultanballoons.com/”]Sultan Ballons[/ilink] e lo consiglio per la simpatia del capitano, per la sua bravura, e anche per la durata totale del volo, e non ultimo per la disponibilità (ho cambiato data di prenotazione 3 volte di cui una direttamente in loco anticipando di un giorno)
  • A richiesta si effettuano anche voli privati, ma ovviamente il costo sale.
  • Ultimo consiglio: da fare assolutamente almeno una volta nella vita

mongolfiera sultan ballons

 

About the Author:

Travel blogger appassionata di food, meglio ancora street food. Viaggiatrice on the road a più non posso con il letto sopra il tetto.
Web writer, web content, Social Media Specialist, SEO learner
Ah… ogni tanto concedo udienza alla quindicenne che vive con me e al suo papà.

13 Commenti

  1. Un assaggio di Medioriente 1 ideedituttounpo 28 novembre 2013 al 15:27 - Rispondi

    […] Di ideedituttounpo | 8 ottobre 2012 – 7:00 | Viaggiare Dopo aver volato e dopo aver trovato gli Dei vogliamo anche un assaggio di Medioriente, di quel mondo lontano, per […]

  2. […] » Viaggiare » In cerca degli Dei « Slow Fly Un assaggio di Medioriente 1 […]

  3. @GroupaliaIT Volare in #mongolfiera è un’emozione unica. Noi l’abbiamo provato in Turchia! http://t.co/GkrTSoZLc3

  4. @viaggibenessere @conelLeroux Cappadocia! Noi invece abbiamo visto l’alba! Magia il volo in #mongolfiera! http://t.co/GkrTSoZLc3

  5. @altoadige_info Se potete approfittate. Volare in #mongolfiera è un’esperienza indimenticabile http://t.co/GkrTSoZLc3

  6. @EzioMrLifestyle Tutta la Turchia è splendida… vedere la Cappadocia in #mongolfiera è impagabile! http://t.co/GkrTSoZLc3

  7. @ViaggidiMiranda io ho adorato quel volo! #mongolfiera http://t.co/GkrTSoZLc3

  8. @Aroundthe2013 Credo che ci non ci sia qualche cosa di paragonabile all’emozione di un viaggio in #mongolfiera… http://t.co/GkrTSoZLc3

  9. @turistipercaso Liberi e leggeri! così ci sente a volare in #mongolfiera! Anche noi in Cappadocia! http://t.co/GkrTSoZLc3

  10. @DoveViaggi Mi piacerebbe anche qui!!! Chissà se riuscirò a ripetere l’esperienza della #Turchia. http://t.co/GkrTSoZLc3

  11. @girovagate L’hai provata poi la #mongolfiera? Non si può descrivere! http://t.co/GkrTSoZLc3

  12. @toccodizenzero @TurkishAirlines Che emozione la Cappadocia in #mongolfiera. L’alba e il rumore del bruciatore http://t.co/GkrTSoZLc3

  13. Una delle esperienze più belle che abbia mai fatto

    http://t.co/Gpp5SGl6VJ http://t.co/pVfd9OOmPw

Scrivi un commento

Lavori Recenti