Crema pasticcera classica, al microonde e un dolce particolare

Ti trovi qui: Laboratorio » Crema pasticcera classica, al microonde e un dolce particolare

Crema pasticcera classica, al microonde e un dolce particolare

La crema pasticcera è una base, come tale andrebbe imparata a memoria, cioè il mio professore la sa a memoria, ma anche se è molto semplice io in cucina tengo comunque il mio quadernino con le dosi.

E non capisco come, ma la crema pasticcera che fa il mio proferssore è troppo buona, ma se la faccio io a casa con la farina, mi viene molto più dura e “farinosa”.

Le dosi del prof per la crema pasticcera  sono queste:

  • 1 litro di latte intero e fresco
  • 10 tuorli
  • 350 gr di zucchero
  • 120 gr di farina.

Montare i tuorli con lo zucchero molto bene, aggiungere la farina direttamente nella planetaria e far mescolare ad impulsi (per evitare che si smonti). Ad impulsi significa che accendo ad intermittenza l’interruttore in modo che il mesclomento non sia continuo.

Il metodo migliore rimane comunque quello di incorporare la farina a mano mescolando dal basso verso l’alto. Ma quando il proff ha fretta perchè ha mille cose in testa da farci preparare utilizza il sistema della planetaria a intermittenza.

Si mette il latte sul fuoco con gli aromi (sorza di limone, vaniglia) e un secondo prima che il latte raggiunga il bollore, lo versiamo sulle uova montate e lo rimettiamo sul fuoco continuando a mescolare fino a che non abbiamo raggiunto la consistenza della crema pasticcera,

Esiste un altro metodo per fare la crema pasticcera che consiste nell’usare il microonde. Questo metodo a scuola non lo usiamo, ma io a casa si: si sporcano meno pentole e di conseguenza si fa più velocemente.

Anche le dosi degli ingredienti sono diverse, la farina non si usa proprio, si usano due amidi e secondo me viene più vellutata, liscia e leggera, ma ripeto, quella del mio professore viene davvero buona.

La crema pasticcera al microonde è un prodotto Montersino style, quindi per la mia opinione, perfetta!

Crema pasticcera al microonde

  • 400 gr di latte intero e fresco
  • 100 gr di panna
  • 150 gr di tuorli
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 18 gr di amido di mais
  • 18 gr di amido di riso
  • 1 bacca di vaniglia

Mettiamo in una ciotola i tuorli con lo zucchero e mescoliamo con una frusta. Aggiungiamo gli amidi. In questo caso Montersino insegna che l’amido di riso conferisce cremosità e l’amido di mais conferisce struttura, il corpo della crema pasticcera.

Montersino dice di non usare farina perchè la farina ha un punto di gelificazione molto alto che comporterebbe un’eccessiva cottura dei tuorli (con relativo retrogusto di uovo).

Dopo aver aggiunto nelle uova con zucchero glli amidi. Aggiungiamo la vaniglia e il latte e la panna a freddo. Mescoliamo con la frusta.

Introduciamo la ciotola nel microonde per circa due minuti al massimo della potenza. Trascorso il tempo tolgo la ciotola e mescolo con la frusta perchè il microonde non riscalda il modo omogeneo il contenuto, quindi abbiamo bisogno di distribuire le temperature.

crema pasticcera nel microo

Ripeto l’inserimento della ciotola nel microonde (sempre al massimo della potenza e per due minuti) per 4 o 5 volte fino a che la crema pasticcera è pronta!

crema pasticcera

Cosa facciamo con questa base? Qualsiasi cosa noi desideriamo. A scuola, per torte e dolci la usiamo spessisssimo essendo una base è versatile ed adatta a qualsiasi tipo di preparazione.

Per un millefoglie o per riempire i buonissimi e giganteschi bignè di una serata in cui non dovevamo neanche cenare e abbiamo preparato e mangiato a più anon posso.

millfoglie copn crema pasticcerabigne con crema pastticceraAl prof avevo chiesto i bignè con ripieno di crema zabaione… Mi ha detto : ” ci penso io!” e ha aggiunto alla crema pasticcera un pochino di marsala. L’effetto zabaione è assicurato!

Oppure la potreste usare per riempire questa cosa qui:

Sakotis con crema pasticceraUn dolce di origine lituana, che a me è stato portato dall’Austria, che si può mangiare così oppure riempire di crema pasticcera.

Il dolce che si chiama Sakotis ed è preparato con un tubo su cui viene avvolto l’impasto che gira come uno spiedo vicino al fuoco, viene anche chiamato torta ad albero perchè è ramificato come un abete e per Natale viene adornato come un alberello.

By | 2016-04-16T11:06:42+00:00 marzo 21st, 2014|Laboratorio|1 Commento

About the Author:

Travel blogger appassionata di food, meglio ancora street food. Viaggiatrice on the road a più non posso con il letto sopra il tetto. Web writer, web content, Social Media Specialist, SEO learner Ah... ogni tanto concedo udienza alla quindicenne che vive con me e al suo papà.

Un commento

  1. Crema pasticcera classica, al microonde e un dolce particolare – http://t.co/WV7twA1Xo1

Scrivi un commento