Tela da pittore con foto

Ti trovi qui: Fare » Diy » Tela da pittore con foto

Tela da pittore con foto

By | 2016-04-15T23:41:55+00:00 ottobre 28th, 2013|Categories: Diy|2 Comments

La tela da pittore con foto stampate è diventata il mio souvenir perfetto di ogni viaggio!

Poco dispensiose, occupano poco spazio in auto o in valigia durante il viaggio, sono i ricordi più belli, perchè sono i miei!

La tela da pittore è una tela particolare, somiglia vagamente a quello che qui da noi si chiama “canapone” oppure juta, ricoperta di cementite. La caratteristica di questa tela è la granulosità, che in caso la facciate da voi  in casa, ne potrete scegliere la consistenza, altrimenti andrete da un Belle arti e la prenderete come ve la vende.

Io ne ho provati diversi, ma la grana della tela che vendono qui da noi è sempre più o meno la stessa, in ogni caso abbastanza grossa. Ed è un bene perchè più granulosa è, più la foto stampata sarà imperfetta e l’imperfezione è la caratteristica che contraddistingue i quadretti.

Il materiale per realizzare una tela con foto, è molto semplice e facilmente recuperabile in tutte le case o cartolerie.

  • Una foto digitale
  • Tela da pittore
  • carta da trasferimento termico
  • ferro da stiro senza vapore
  • listelli di legno per costruire il telaio, oppure telaio di legno già pronto
  • graffettatrice da falegname, ma se non avete questa, potete usare anche dei chiodini

Della tela ne abbiamo già parlato, io la compro a metro, nei negozi di vernici oppure nei negozi di fai da te. A casa mi taglio la quantità che mi occorre.

Carta da trasferimento termico: è quella che si usa per fare le stampe sulle magliette. Ce ne sono di varie marche e di vari tipi, io però sono arrivata alla conclusione che vado meglio con la carta adatta per stampare su cotone BIANCO (c’è anche quella per cotone nero o scuro) che permette di stampare sulla tela con disegno speculare, appoggiando il disegno diretamente al tessuto. L’altro tipo di carta per tessuto scuro si attacca tipo un adesivo, ma mi piace meno.

carta trasferimento termicoOvviamente scegliete una foto e dimensionatela o modificatela come meglio credete. Visto che si tratta di una rappresentazione particolare della foto, solitamente io le modifico intensificando il contrasto e la saturazione in modo che i colori siano particolarmente carichi.

Prima di stampare bisogna scegliere le opzioni della stampante che permettono di stampare in modo speculare l’immagine (praticamente la stampate ribaltate) se la stampante non vi da la possibilità di scegliere questa opzione, bisogna che in sede di modifica foto, ribaltiate la foto voi.

Ora potete stampare la foto che avete preparato facendo attenzione ad inserire la carta da trasferimento termico con il lato stampabile dal verso giusto dentro alla stampante.

foto stampata su carta da trasferimento termicodopo aver stampato settando la stampante per una stampa con la massima qualità possibile, passate alla stiratura.

La tela va tagliata molto abbondante rispetto al bordo della fotografia, non avendo cornice, la tela deve essere rivoltata sul retro e quindi occorre stare abbondanti.

tela da pittore tagliataPotete anche non stirare immediatamente la foto sulla tela, ma non potete aspettare più di 24 ore. Le istruzioni della carta, ovviamente, recitano di non stampare su tessusi spessi e irregolari, ma noi lo faremo ugualmente perchè è proprio il risultato che cerchiamo.

Il ferro deve essere ben caldo, se si tratta di un ferro a vapore occorre eliminare la possibilità che il vapore venga emesso dal ferro. La superfice su cui si procederà a stirare deve essere un piano duro e stabile, eventualmente ricoperto da un panno perchè non si rovini. Non sarebbe consigliabile stirare  sopra l’asso da stiro, in quanto essendo di metallo tende a flettere leggermente e quindi non è una buona base di appoggio. Io lo faccio lo stesso, sulla punta, che nel mio caso non flette per niente. Con la mia carta il disegno deve essere appoggiato sulla tela, nel caso dell’altra carta che vi dicevo prima, invece, il disegno deve essere rivolto verso l’alto. Leggete le istruzioni.

tela pronta per stiraturaOgni carta ha le proprie modalità di stiratura, tempi e modi. Leggere le istruzioni.

stiratura fotoDopo che ho stirato, lascio raffreddare 3 minuti e tolgo la carta protettiva

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIl risultato della stampa e volutamente non perfetto: le righe verticali dipendono dal fatto che l’inchiostro della stampante è scarso, mentre le altre imperfezioni dipendono da quanto forte si preme con il ferro e da quanto lo tempo si tiene nella stessa posizione.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA poi passo a mio marito che con 4 listelli, mi monta il telaio e con la graffettatrice mi fissa la tela.Il risultato è questo dietro:

retro quadretto telaNon importa che sia perfetto, rimane dietro. Il telaio è davvero composto da 4 listelli assemblati con le graffe da falegname, ma li potete assemblare anche con i chiodini come pure la tela si può fissare con i chiodini.

Sul fronte l’aspetto è questo:

OLYMPUS DIGITAL CAMERAPer attaccarle non importa nemmeno mettere triangolini da quadri stanno perfettamente in equilibrio appoggiati sul chiodino

parete con tela da pittoreFate attenzione a:

  • Il ferro viene a contatto con la cementite della tela, che un po’ si scioglie e si attacca alla piastra, magari usate un ferro vecchio o poco utilizzato.
  • Quando il calore scalda il foglio stampato potrebbe fare fumo e cattivo odore, quindi stirare in luogo aerato.
  • la pellicola protettiva, dopo la stiratura, va tolta con la massima cautela, per evitare strappi alla foto.
  • se nel togliere la pellicola protettiva dovesse rimanerne attaccato qualche pezzo, si può togliere raschiando delicatamente con un cutter.

E ora decorate tutte le vostre pareti!

 

 

 

 

About the Author:

Travel blogger appassionata di food, meglio ancora street food. Viaggiatrice on the road a più non posso con il letto sopra il tetto.
Web writer, web content, Social Media Specialist, SEO learner
Ah… ogni tanto concedo udienza alla quindicenne che vive con me e al suo papà.

2 Commenti

  1. […] e cosa sono? Io ve l’ho già raccontato che i miei souvenir di viaggio preferiti sono le mie tele da pittore. Effettivamente questi souvenir che vengono creati al rientro del viaggio non incidono molto, […]

  2. […] tela . Mi sono subito incuriosita perché la mia amica Monica aveva spiegato in un suo post come trasferire le foto su una tela da pittore e mi aveva detto che l’effetto era bellissimo e molto […]

Scrivi un commento

Lavori Recenti