Foglie d’argento: un regalo prezioso ed economico

Ti trovi qui: Fare » Diy » Foglie d’argento: un regalo prezioso ed economico

Foglie d’argento: un regalo prezioso ed economico

By | 2016-04-11T23:56:45+00:00 novembre 18th, 2013|Categories: Diy|Tags: |2 Comments

L’argento è un metallo prezioso.

Lo era. Lo è sicuramente più di un pezzo di alluminio, anche se non è considerato più così prezioso come un tempo.

E’ un metallo duttile, lavorabile facilmente.

Nella magia l’energia dell’argento è considerata ricettiva, legata all’ acqua e, come divinità, a Iside, Diana, Luna, Selene, e in generale a tutte le divinità connesse alla Luna e alla Notte e sarebbe utile per invocare l’amore l’amore, la sensitività psichica, i sogni, la pace, la protezione, i viaggi ed il denaro.

L’Argento è inoltre un metallo delle emozioni, dell’inconscio, dell’amore e della buona salute.

Un pendente in argento è un talismano molto più potente di quello che si potrebbe credere e quando ho visto dal vivo la lavorazione di un oggetto in pasta di argento non ho resistito  a creare qualche cosa di mio da regalare a Natale.

La foglia qui sotto è un ciondolo in argento, totalmente fatto a mano da me.

Amore spassionato per un prodotto che si chiama ArtClay e altro non è che pasta di argento puro al 99%. Si trova senza troppa difficoltà nei negozi di hobbistica oppure online e non costa esageramente rispetto a quanto ci si può fare con un barattolino.

Questo è stato il mio primo esperimento: un ciondolo fatto a forma di foglia di edera.

ciondolo argento
Bisogna scegliere la foglia che sia un po’ “larghettina” e che abbia il suo picciolo… si diluisce la pasta con un goccio di acqua e a pennello si stende sulla foglia.

Si lascia asciugare oppure si aiuta l’asciugatura con con il PHON, attenzione se il picciolino è piccolo si rischia di bruciarsi le dita.

Una volta asciutto si mette un altra mano di argento con il pennello e si lascia asciugare nuovamente

Si stendono strati di argento fino a quando si pensa di aver creato il giusto spessore  e dopo l’ultima asciugatura si passa alla cottura.

Su una griglietta di acciaio (che io avevo comprato insieme all’ArtClay) si mette la foglia asciutta che dovrà essere coperta da un’altra griglietta di acciaio fatta a forma di scatolina che serve per scongiurare eventuali scoppi dovuti all’umidità della foglia o del metallo, se non dovesse essere asciutto bene.

Si fa cuocere sul fornello a gas (e intendo proprio il fornello a gas dove cuoci un piatto di pasta) per almeno 10/15 minuti.
La foglia “vera” che si trova ancora sotto lo strato di argento si disintegrerà e rimarrà solo l’impronta in metallo da raccogliere con le pinze e lasciare raffreddare.

Raffreddadotosi avrete il vostro gioiello di argento indurito che bisognerà lucidare con uno spazzolino con setole di acciaio

Bisogna strofinare insistemente e in tutti gli angoli e gli anfratti per lucidare benissimo ciascuna piega o angoletto.

La lucidatura è a discrezione, ovvero strofinerete fino a che non avrete ottenuto il grado di lucidità che vi può piacere.

ciondolo argento
Confezionato in una scatolina con una piccola pergamena che racconta le “prodezze magiche” dell’argento è diventato un regalo prezioso molto molto prezioso.

About the Author:

Travel blogger appassionata di food, meglio ancora street food. Viaggiatrice on the road a più non posso con il letto sopra il tetto. Web writer, web content, Social Media Specialist, SEO learner Ah... ogni tanto concedo udienza alla quindicenne che vive con me e al suo papà.

2 Commenti

  1. Bellissimo lavoro! Grazie per aver portato questa ispirazione alla nostra iniziativa!

Scrivi un commento