ISCRIVITI

* campi obbligatori
Acconsenti al trattamento dei dati personali *

Puoi ricevere Newsletter, Post o entrambi. Scegli tu! ;-)

Dalì Experience: Salvador in mostra a Bologna

Ti trovi qui: Eventi » Dalì Experience: Salvador in mostra a Bologna

Dalì Experience: Salvador in mostra a Bologna

Dalì Experience a Bologna. A Palazzo Belloni, in mostra l’eclettico artista spagnolo, testimonial del surrealismo. Una mostra interattiva, costituita per lo più da disegni e sculture meno famose, ma particolarmente significative. Installazioni particolari e allestimento originale per conoscere un artista che non smette di stupire.

La mostra di Salvador Dalì a Bologna è una mostra interattiva e multimediale. Le opere di Dalì che sono presentate fanno parte della più grande collezione privata delle opere dell’artista.

Il collezionista Beniamino Levi è svizzero ed era amico di Dalì. Fu lui che consigliò e spinse l’artista a dedicarsi alla scultura: Dalì fino a quel momento era stato prevalentemente un pittore, ma è stato un artista che non ha disdegnato di provare altri mezzi e altri modi.

Il progetto della mostra, cominciata il 25 novembre e aperta fino al 7 maggio 2017, è un progetto di una mostra interattiva, multimediale, aperta e partecipativa. L’obiettivo dell’Experience è quello di portare la mostra fuori dalla location che la ospita e di farla diventare un evento cittadino.

Dalì experience a Bologna. Occhi simbolo dell'artista

La mostra di Dalì a Bologna

All’ingresso della mostra verrà fornita una penna-audioguida in cui sarà possibile scegliere il percorso preferito fra l’italiano e il paranoico.

Non farti trarre in inganno dai titoli dei percorsi, in realtà sono abbastanza simili, ma il paranoico dovrebbe incuriosirti anche solo per il nome: basterà avvicinare la penna ai “cerchietti” posti vicino per avere un’esperienza totale rispetto all’opera cui ci trova davanti. Potrei ascoltare storie e suoni: i racconti di Dalì i suoni del surrealismo.

Durante il percorso sarai accompagnato dalle formiche che sono un simbolo molto presente nelle sue opere che per lui rappresentavano il declino e il temporaneo.

Le formiche ti accompagneranno fino in bagno che in questo caso non rappresenta un locale di servizio, ma parte integrante della mostra, quindi non tralasciare di visitarlo pensando che non ci sia nulla.

Le opere di Dalì esposte sono rappresentano la sua produzione di scultura tridimensionale, le litografie, le rappresentazioni di libri classici e moderni contemporanei

Dalì experience a Bologna. Le formiche simbolo delle opere di Dalì

Dalì experience a Bologna. Sculture

Dalì experience a Bologna. Sculture

La mostra “fuori” dal Palazzo Belloni

Come ti ho anticipato prima l’ambizione di questa mostra bolognese è quella di uscire dagli schemi e dal Palazzo Belloni e di diventare un evento cittadino e partecipativo di tutta la città.

A breve verranno installate in determintati punti di Bologna delle opere monumentali del Maestro davanti alle quali sarà possibile, con una app dedicata e creata ad Hoc puntare il lettore QR e vedere oggetti tridimensionali tipici dell’immaginario dell’artista.

La mostra uscirà dal Palazzo Belloni per diventare un’ideale caccia al tesoro alle sue opere, alle sue fantasie e alle sue “visioni paranoiche”.

L’uscita della mostra dal “comune” modo di intendere una mostra, si svilupperà a brevissimo con una bike parade, un breve tour in bici alla ricerca di graffiti proeittati sui muri della città.

Saranno programmate proiezioni in cineteca, mentre la collaborazione tra l’organizzazione della mostra e l’ASCOM coinvolgerà i ristoratori e i commercianti in cene a tema Dalì e in prodotti particolari, come ad esempio il pane con i baffi.

Il Maestro autore dell’introvabile libro “le cene di Gala” un manuale di ricette surrealiste, dedicato alla moglie Gala, dove sono raccolte le ricette che lui e la moglie preparavano in occasione delle cene che offrivano, sarà il tema della cena che a febbraio verrà servita direttamente dentro alla mostra.

Dalì experience a Bologna. Esempio dell'App

Ho visto la mostra qualche settimana fa, in una serata dedicata. La mia passione per Dalì era già nota, e anche il fatto di aver passato la stessa passione anche a mia figlia che lo ha fatto diventare oggetto di esame alla fine di terza media.

Ero già stata a Figueres, a vedere la sua casa Museo ed ad ogni opera e in ogni stanza non avevo potuto fare altro che spalancare gli occhi al suo genio.

A Bologna ho potuto conoscere altri aspetti della sua controversa esistenza e del suo geniale estro e davvero non vedo l’ora che la mostra esca dalle sue stesse mura per partecipare alla visionaria caccia al tesoro attraverso le sue opere monumentali.

Le info per visitare la mostra le trovi nella pagina dedicata di Palazzo Belloni

Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori
Acconsenti al trattamento dei dati personali *
Puoi ricevere Newsletter, Post o entrambi. Scegli tu! 😉

By | 2017-01-29T19:10:30+00:00 gennaio 31st, 2017|Eventi|0 Commenti

About the Author:

Travel blogger appassionata di food, meglio ancora street food. Viaggiatrice on the road a più non posso con il letto sopra il tetto. Web writer, web content, Social Media Specialist, SEO learner Ah... ogni tanto concedo udienza alla quindicenne che vive con me e al suo papà.

Scrivi un commento