E-part: aiutare l’amministrazione comunale a risolvere i problemi

Ti trovi qui: Dire » E-part: aiutare l’amministrazione comunale a risolvere i problemi

E-part: aiutare l’amministrazione comunale a risolvere i problemi

By | 2015-09-06T17:31:55+00:00 febbraio 9th, 2015|Categories: Dire|3 Comments

Venerdì mattina ad Imola ci siamo svegliati con la neve. Ha cominciato a cadere nella notte verso l’una e ha continuato a fino a mattina. Noi alle 05.45 siamo stati buttati giù dal letto dal telefono che suonava. Stranamente questa volta ci siamo svegliati tutti tardi e bisognava andare a dare una mano fuori per liberare strada e cancelli, per riuscire ad uscire di casa con l’auto.

epart neve giardino

Il silenzio del mattina presto avvolto da 15 cm di neve è quasi irreale, ma pacifico, tranquillo, sereno.

La pala che striscia per terra non disturba, a casa nostra però la turbina rovina un pochino la magia di questo rumoroso non-rumore. La superficie spalabile, e da spalare per poter andare al lavoro è notevole e con la turbina si fa prima e ci si spacca un po’ meno la schiena.

La neve è bella, e certamente crea disagi, ma non viene poi così spesso, quindi il disagio viene circoscritto spesso a poche ore, a volte ad alcuni giorni all’anno. Sarà per questo che i servizi sempre più spesso vanno in tilt? Non capisco, da anni l’amministrazione comunale ha approntato un piano neve, da anni c’è sempre qualche cosa che non funziona e che non gira nel verso giusto.

Eppure la Big Snow di venerdì era stata abbondantemente prevista, anzi era stata prevista in maniera anche più intensa di quello che realmente è stato.

La corrente che andava e veniva e che prima delle 7 ci ha abbandonato per circa 5 ore, alberi abbattuti, tronchi e rami in mezzo alla strada e strade non pulite a dovere, file e auto ferme e parcheggiate molto tranquillamente in mezzo alla strada.

E’ normale che il Comune in situazione di emergenza non possa arrivare in ogni dove nello stesso momento, l’importante è che vengano supplite le emergenze più pressanti e nei giorni a venire si cerchi di mettere in ordine tutto quanto.

Ti chiederai se io stia per caso giustificando l’operato dell’amministrazione comunale?

No. Voglio parlare di una “app” che ho scoperto proprio nei giorni scorsi.

L’app si chiama E-part e serve a dialogare con le amministrazioni. In pratica ove l’amministrazione comunale non arriva ad accorgersi del problema in tempo perché, come detto prima, non può essere ovunque in ogni momento, interviene il cittadino con una segnalazione.

epart home

Mi sono informata e ho scoperto che il Comune di Udine ha acquistato l’app lato amministrazione, se l’è fatta tutta personalizzare a modo e riesce a dare risposta veloce e risoluzione ai problemi segnalati dai cittadini.

Ai cittadini cosa comporta?

Nulla! È sufficiente iscriversi e segnalare nell’apposito form il problema al comune.

E se il Comune non ha acquistato l’”app”?

Nessun problema, il sistema funziona in ogni caso, perché se il comune non è collegato direttamente l’app si preoccupa di trasmettere al segnalazione all’indirizzo mail dell’URP. L’unica differenza è che se il Comune ha acquistato la propria parte di applicazione può interagire direttamente comunicando gli stati di avanzamento lavori e la risoluzione del problema, mentre se il Comune non ha acquistato la propria parte, la segnalazione di problema risolto, generalmente viene comunicato dai cittadini che verificano o che si accorgono dell’operato del Comune.

Sabato mattina, dopo il Big Snow Friday, il piazzale antistante l’ingresso di una scuola di Imola si presentava in questo modo.

e-part neve davanti alla scuola

I genitori trovandosi sul piazzale, con il loro smartphone (che tanto lo avete tutti), dopo aver scaricato E-part, avrebbero potuto fare la segnalazione immediatamente, come avrei potuta farla anche io oggi, che andando in giro ho visto un delirio di alberi abbattuti, rami e tronchi, che sicuramente verranno raccolti nei giorni prossimi, e tra questi, alcuni “relitti” pericolosamente sporgenti verso la strada che andrebbero rimossi prima di tutti gli altri.

 

epart alberi abbattuti

 

Non la vedo come un modo per mettere in difficoltà L’amministrazione, ma solamente un sistema per rendere partecipativi i cittadini e dare una mano dove i problemi da soli non si fanno vedere.

L’“app” è corredata di una mappa, se il Comune non è presente, viene prontamente inserito nel momento in cui si apre la segnalazione e se ti trovi, in vacanza, in viaggio, in gita in qualsiasi altro Comune che non sia il tuo, puoi comunque fare la segnalazione del problema in modo semplice e diretto, avendo la certezza che verrà ricevuta da chi è preposto alla soluzione.

Insomma, a me sembra un’ “app” veramente utile da scaricare, da provare e da utilizzare.

Che ne dici? Io sono già registrata! Ti registri e mi fai sapere cosa ne pensi?

About the Author:

Travel blogger appassionata di food, meglio ancora street food. Viaggiatrice on the road a più non posso con il letto sopra il tetto. Web writer, web content, Social Media Specialist, SEO learner Ah... ogni tanto concedo udienza alla quindicenne che vive con me e al suo papà.

3 Commenti

  1. [NEW POST]
    Una app, anzi un social per i cittadini che vogliono partecipare e dare una mano all’amministrazione… http://t.co/dKHqryM1rQ

  2. RT @ideedituttounpo: [NEW POST]
    Una app, anzi un social per i cittadini che vogliono partecipare e dare una mano all’amministrazione… ht…

  3. @epart_it 10 febbraio 2015 al 15:18 - Rispondi

    #epart questa volta su #ideedituttounpò consigliato anche ai #turisti dalla #blogger Monica Liverani http://t.co/HfxOfDf2IM

Scrivi un commento