>Flan di panna e pere

Flan di panna e pere

By |2016-04-16T13:10:43+00:00 2 novembre 2013|Categories: finger food|10 Comments

Questi Flan di Panna e Pere erano parte di una mission impossible che invece ha avuto un grande successo.

Gabry che inaugurava la sua nuova casetta, in aperi-cena natalizio per i famigliari.

La missione consisteva nel fatto che nella nuova casetta non c’era ancora la cucina, quindi sarei dovuta arrivare con la maggior parte delle cosine già pronte.

Questi Flan di panna e pere sono stati illuminanti, la foto originale da dove ho preso la ricetta ispirava profondamente

flan di panna e pere

http://semidipapavero.blogspot.it

Mi dava l’idea di un dolce fresco e molto natalizio (l’apericena si è svolto l’antivigilia di Natale).

Flan di Panna e Pere

Ingredienti:
130 gr di farina 00
1 uovo
1 yogurt alla pera da 125 ml
70 gr di zucchero
70 gr di burro
120 ml di panna fresca
1 cucchiaio raso di lievito

Setacciare la farina e il lievito.
Aggiungere lo zucchero, il burro fuso ma tiepido e l’uovo. Mescolare per rendere omogeneo l’impasto e gradatamente aggiungere lo yogurt e la panna.
Imburrare uno stampo ovale o rotondo da 22 cm e versarvi il composto.
Infornare a 180° per 20-25 minuti.
Il flan crescera’ molto in cottura, grazie al lievito, ma una volta tolto dal forno, raffreddandosi, calera’ in altezza, acquistando sofficità e fragranza…quindi non preoccupatevi, tutto normale!
Una volta rafreddato, se lo dovete servire in giornata procedete a tagliarlo con il coppapasta o altro tagliabiscotti, se invece lo avete preparato in anticipo coprite con pellicola e conservate in luogo fresco e asciutto al massimo per 36 ore.

Decorare con un abbondante spolverata di zucchero a velo e frutti rossi come lamponi e ribes rosso.

flan panna e pereSeguendo pedissequamente i consigli di Semidipapavero, ne è risultata una magia.

Non preoccuparsi se il doce si sgonfia, sgonfiandosi diventa soffice soffice.

Tagliato con i coppapasta rotondi diventa un pasticcino perfetto per un finger-food.

Conservato al fresco, io li ho conservati in frigorifero, diventano così freschi da sembrare quasi un semifreddo e sono ancora più buoni e più profumati di pera.

Il ribes sopra è irrinunciabile perchè l’acido dei frutti e il dolce dello zucchero a velo e del pasticcino stesso contrastano in maniera sublime! Facilissimi.

About the Author:

Travel blogger appassionata di food, meglio ancora street food. Viaggiatrice on the road a più non posso con il letto sopra il tetto. Web writer, web content, Social Media Specialist, SEO learner Ah... ogni tanto concedo udienza alla quindicenne che vive con me e al suo papà.

10 Comments

  1. SARA 18 novembre 2013 al 14:03 - Rispondi

    che spettacolo..troppo belli da vedere..immagino anche molto buoni!!