Un quadro d’autore… o un giardino di fragole? Una torta per Giulia

Ti trovi qui: Cucinare » Dolci » Un quadro d’autore… o un giardino di fragole? Una torta per Giulia

Un quadro d’autore… o un giardino di fragole? Una torta per Giulia

By | 2016-04-16T10:48:56+00:00 aprile 22nd, 2013|Categories: Dolci|0 Commenti
Che ormai sia appassionata di Montersino si sa…, si è capito… e se non si è capito, basta sfogliare i miei post di questo blog per accorgersene…
Ma sono diventata così appassionata che mi permetto anche di modificare le sue ricette (sono diventata presuntuosa! come è successo per il giardino di pesche.
Questa volta è andata così: piaceva la scenografia del Giardino di Fragole, però piaceva di più la chantilly che fa fa ripieno al Quadro D’autore di Montersino. Fragole e Chantilly sono le cose preferite di Giulia e Milva che non amano particolarmente i dolci troppo dolci. Quindi da un Giardino di Fragole unito ad un Quadro d’Autore ne è uscita una Torta per Giulia:

Quadro d'autore di fragole per Giulia

Come detto: scenografia da Giardino di fragole ricetta di Quadro D’Autore di Montersino, con pan di Spagna bagnato con sciroppo di limone e non limoncello.
Pan di spagna
  • 250 gr di  uova intere
  • 175 gr di zucchero semolato
  • 150 gr di farina 00
  • 50 gr. di fecola di patate
  • stecca di vaniglia
Mettere le uova e lo zucchero in un pentolino e mescolando continuamente mettere sul fuoco a fiamma bassa, fino al raggiungimento dei 47 °C (oppure toccare il composto con la punta di un dito fino a sentirlo tiepido). A questo punto mettere il composto nella planetaria e fare andare fino a quando non diventa bello spumoso. Infine aggiungere a mano le farine setacciate e la vaniglia, mescolando dal basso verso l’alto. Infornare in forno preriscaldato per circa mezz’ora a 180°C.
Chantilly
  • 500 g di latte
  • 120 g di zucchero
  • 40 g di frumina
  • 3 tuorli
  • bacca di vaniglia
  • 400 g di panna montata
  • 10 g di gelatina in fogli
Lasciar riscaldare il latte con la bacca di vaniglia e la buccia del limone. In una pentola mescolare i tuorli con lo zucchero e la frumina e lavorare il tutto per bene con una frusta. Aggiungere il latte caldo continuando a mescolare e poi mettere sul fuoco e far bollire per qualche minuto girando continuamente.
In una ciotola con acqua fredda lasciar ammorbidire la gelatina in fogli. Dopodichè scolatela per bene e aggiungetela alla crema ancora calda. Montare la panna e incorporare alla crema poco alla volta
Gelèe di Fragole
  • 350 g di fragole
  • 50 g di zucchero
  • 6 g di gelatina in fogli
Frullare le fragole e dividete il frullato cosi ottenuto in due parti. Una parte la mettete a riscaldare sul fuoco con lo zucchero e poi aggiungete la gelatina in fogli, precedentemente ammollata in acqua fredda.
A questo punto aggiungete l’altra meta di frullato.
La torta va montata alla rovescia quindi posizionate l’anello su un vassoio e coprire il fondo dell’anello con un foglio di acetato o con la pellicola trasparente. Disporre all’interno dell’anello i pezzi di fragole. Con una sac a poche riempite i vuoti, tra i vari pezzetti di fragole, con la crema chantilly e livellate bene il tutto per formare il primo strato della torta. Mettere in  frigo per una mezz’oretta.
A questo punto versate la gelèe di fragole sopra lo strato di chantillye lasciate in frigo almeno per un oretta.
Dopo formate un ulteriore strato con la crema chantilly e ancora in frigo a rassodare per circa un’oretta. Chiudere la torta con un fette di pan di spagna bagnate con un sciroppo di zucchero e scorze di limone Mettete in frigo la vostra torta e lasciatela anche tutta la notte.
Anche se la creatura ha preso il volo verso il compleanno di Giulia, posso dire che era buona? No non lo dico perchè me lo hanno detto, e non lo dico nemmeno sulla fiducia di me stessa o per gonfiare la mia autostima…. Ne avevo fatta anche una da assaggiare a casa nostra… e per fortuna che ne ho preso un pezzetto… perchè è sparita in un battibaleno. Fortunatamente questi non sono il genere di dolce preferito da mio marito, altrimenti forse neanche l’avrei vista passare!

.

About the Author:

Travel blogger appassionata di food, meglio ancora street food. Viaggiatrice on the road a più non posso con il letto sopra il tetto. Web writer, web content, Social Media Specialist, SEO learner Ah... ogni tanto concedo udienza alla quindicenne che vive con me e al suo papà.

Scrivi un commento