Il Duca di Wellington si guadagnò la propria “carica sociale” di Duca, appunto per aver sconfitto Napoleone a Waterloo. Un personaggio importante e tanto “ghignosetto” che la maggior parte dei cuochi al suo servizio furono costretti a licenziarsi per la disperazione: nessuno riusciva trovare qualche cosa di altamente appetitoso e invogliante che potesse piacere al Duca.

Nell’affannosa ricerca di qualche novità per stuzzicare il bizzarro e capriccioso nobile appetito venne inventata la ricetta del famosissimo Filetto alla Wellington.

Un bel filetto racchiuso in un guscio di pasta sfoglia dorata che sembrava ricordare gli stivali del Duca di Wellington: cilindrici e dorati.

Per capodanno per rispettare la tradizione ci vuole il cotechino che se racchiuso in un bel guscio di pasta sfoglia come fosse un filetto diventa un secondo nobile e regale…

Sono sicura che questo cotechino avrebbe soddisfatto anche le nobili papille del Duca bizzarro e capriccioso e potrebbe  appagare anche  quelle di chi è poco abituato a mangiare il cotechino.

COTECHINO ALLA WELLINGTON

  • 1 cotechino
  • 1 rotolo di pasta sfoglia fresca
  • 1 vasetto di senape delicata
  • 1 vasetto di mostarda di frutta mista di mostarda
  • 1 patata
  • 150 gr di prosciutto tagliato a fettine sottili.

Il cotechino fresco deve essere punzecchiato e poi racchiuso in uno strofinaccio bianco e sottile chiuso alle estremità con dello spago. Il cotechino fasciato deve essere messo in acqua fredda completamente coperto e deve rimanere coperto durante tutta la cottura di acqua.

Dal bollore occorre farlo bollire a fuoco basso per circa un’ora e mezza/due.

Quando il cotechino è cotto lasciarlo riposare qualche minuto nel suo brodo e poi toglierlo dalla bardatura e spellarlo.

Apri la confezione della pasta sfoglia (oppure stendi quella che hai preparato in precedenza: a breve vi illustrerò la ricetta di quella che facciamo a scuola)e stendila su un piano.

Ricopri la pasta sfoglia con le fette del prosciutto crudo, con fette di patata che avrai precedentemente lessato e sbucciato.

Appoggia il cotechino sopra le fette di patata e spalmalo di senape, cospargilo di mostarda di frutta mista tagliata a pezzettini.

cotechino alla wellington 1

Chiudi l’involucro saldando benissimo bordi ed estremità e avendo l’accortezza di bucherellare la superficie  in modo da creare le aperture che consentiranno di far uscire l’umidità in cottura.

 

Pennella la superficie con un tuorlo d’uovo per fare in modo che durante la cottura assuma il caratteristico colore dorato.

Inforna a circa 180 gradi per una ventina di minuti.

Cosa ne dici?? Sono disposta a convertire gli scettici!

cotechino alla wellington 2 cotechino alla wellington 5